Primavera 2017 … è tutta questione di respirare!

Se il respiro porta la vita dentro di noi, perchè non dobbiamo portare la vita nel modo di parlare, nel modo di cantare per esprimere noi stessi? Se siamo stati condizionati a credere che non va bene esprimere noi stessi o essere troppo emotivi, allora questa potrebbe essere la ragione principale per cui tratteniamo il respiro; per molti è un modo inconscio di trattenere emozionalmente, per non percepire le sensazioni.
Se siamo seriamente intenzionati a lavorare sulla nostra voce, dobbiamo innanzitutto iniziare con un corretto respiro, cambiando le brutte abitudini con uno sforzo cosciente!
Gli esercizi di vocalità con cui abbiamo riaperto i battenti di questo 2017, grazie alla competenza e alla tenacia della nostra maestra Virna, coadiuvata e supportata dalla nostra pianista Simonetta, sono stati l’inizio di un nuovo percorso: la voglia e la passione per il canto si sono unite ad una maggiore consapevolezza del nostro strumento, la voce, affinchè possiamo servircene in modo più appropriato ed efficace.
Nella vita nessuno ci ha mai insegnato l’importanza e l’arte del respiro: si respira solo per sopravvivere, senza pensare che il respirare è una delle attività più importanti dell’uomo, sia da un punto di vista fisico che spirituale: tutte le discipline corporee includono la respirazione come la chiave dell’armonia tra corpo e mente.
Ridimensionamenti del nostro organico, che la vita impone quasi fisiologicamente, siamo stati costretti a guardarci dentro e riscoprire l’antica arte del sospiro ha fatto bene anche ai nostri animi un po’ fiaccati: l’aria che immettiamo è anche l’energia immateriale che pulisce tutti gli altri nostri corpi energetici, raffinandoli sempre di più ed allineando le loro vibrazioni.
Con una respirazione conscia, non solo prendiamo energia dall’aria, ma possiamo respirare le energie degli alberi, dei prati verdi, delle montagne, delle acque, consciamente diffondendole nel nostrio corpo. E solo così potremo poi trasmetterle agli altri attraverso il nostro bel canto.

 

Cantare (Ma Nel Coro) Ti Fa Bella E Felice!

Da “Il Venerdì di Repubblica” del 26/01/2016 di Laura Laurenzi

Nell’articolo vengono riportati i risultati raggiunti da uno studio scientifico britannico nel quale si conclude che intonare melodie all’unisono fa bene al cuore, alla mente ed anche alla pelle. Lo dice la saggezza popolare ed ora lo conferma anche la scienza.
Cantare, possibilmente non da soli, è il nuovo elisir di bellezza oltre che di salute!
Costa poco, anzi non costa niente, e alla lunga dà risultati notevoli. Per esempio sostituisce l’ossigenoterapia praticate in tante spa, andando a riavvivare il colorito e a cancellare i segni di fatica e stanchezza. “Canta che ti passa”: dice bene la saggezza popolare e come teorizzò Cervantes “chi canta spaventa tutti i mali!”
Le ricerche scientifiche si moltiplicano e sono concordi, suffragate da dati incoraggianti: cantare in coro allunga la vita. Lo ha certificato anche l’Università di Goetenborg in Svezia dicendo che cantare in coro dà gli stessi benefici dello yoga: riduce stress, ansia, rafforza il sistema immunitario ed alza il livello di endorfine. Diversi sono gli studi, ma tutti hanno portato ad un identico risultato: il segreto non è gorgheggiare da soli, ma farlo in gruppo. E’ proprio il picco uniforme e sincronizzato a scatenare, fin dalle primissime note, l’energia positiva.

Dopo questa ricerca dai risultati sorprendenti, vi aspettiamo tutti a cantare con il coro “Jubilate”!!

 

Primavera 2016

“Pensieri e parole… per una Primavera nuova!!”

AMARE

Amare è avere un fuoco nel cuore
Ma amare chi? Amare che cosa?
Amare l’Amore stesso!
Se amo Colui che l’amore ha creato,
amo ciò che Lui è: vita, passione, perdono, bellezza
in Lui amerò ogni briciola di ogni cosa bella che scoprirò,
amerò ciò che Lui più ama: l’uomo, di cui è orgoglioso!
Ma amare come? Mettendosi in gioco interamente:
cuore, mente, anima, forza!
Perchè chi ama così ritrova l’unità di se stesso,
la sua pienezza felice!
Davvero non c’è altra risposta al desiderio
profondo di felicità dell’uomo….
non c’è nessun’altra risposta al male del mondo
se non questa soltanto… Amare!

Giancarlo

 

27 Marzo 2016 – Domenica di Resurrezione del Signore

“Chiesa dei Cappuccini – Almenno San Salvatore (BG)”

“Stai cantando un’allegra canzone, dimmi perché canti, fratello mio?
Perché so che la vita non muore, ecco perché canto, sorella mia”

Questa è una tomba vuota…
Che cosa stai cercando leggendo qui?
Il Signore è risorto, non è qui.
Quindi cosa guardi ecosa cerchi in queste parole?
Cosa stavi cercando, prima, cosa avevi in mente?
Questa è solo una tomba, un sepolcro vuoto.
Più guardi e leggi, più lo sguardo vaga nel vuoto.
Il Signore non c’è qui.
E’ risorto da queste parole.
Inutile continuare a cercare qui.
Prova a cercare altrove.
A tornare a quello che avevi in mente prima di cercare qui…

Buona Pasqua a tutti!!!

 

21-22 Marzo 2015 – 15° Anniversario Di Fondazione

“Gita ad Assisi con animazione della Santa Messa nella Basilica Inferiore di San Francesco”

“Alto e glorioso Dio illumina il cuore mio,
dammi fede retta, speranza certa, carità perfetta.
Dammi umiltà profonda, dammi senno e cognoscimento,
che io possa sempre servire con gioia i tuoi comandamenti.
Rapisca ti prego Signore, l’ardente e dolce forza del tuo amore,
la mente mia da tutte le cose, perché io muoia per amor tuo,
come tu moristi per amor dell’amor mio.
Alto e glorioso Dio illumina il cuore mio,
dammi fede retta, speranza certa, carità perfetta.
Dammi umiltà profonda, dammi senno e cognoscimento,
che io possa sempre servire con gioia i tuoi comandamenti”

.. e tornando a casa ..

Quando si condividono esperienze forti, non si torna mai a casa a mani vuote: emozioni così belle e travolgenti hanno su ciascuno un effetto speciale, ma è proprio il viverle insieme a fare la differenza, amplificandone il valore.
Sono momenti in cui mettiamo tutto di noi: le nostre preoccupazioni, le nostre delusioni, i nostri dolori, ma anche i nostri desideri, le nostre speranze e le nostre preghiere… una valigia piena, che non ci stanchiamo di portare con noi, anche quando sembra troppo pesante.
La straordinaria umanità di San Francesco mi ha ricordato che nulla è impossibile, se nel cuore arde una sensibilità autentica e un prodonfo amore. E la semplicità con cui riusciamo anche ad essere leggeri, non ci faccia credere dei superficiali, ma grandiosi nel sublimare ogni esperienza, senza lasciarci schiacciare.
Anche quando ci sentiamo spezzati, dobbiamo trovare il coraggio di guardarci dentro… solo allora scopriremo quanto siamo autenticamente uomini, ogni volta una nuova risurrezione e mai una volta per tutte.
Grazie a tutti per aver contribuito a colorare questa nostra esperienza festosa dei colori più belli che la vita possa riservare.

Serena

 

Novembre 2014 – Preghiera Del Corista di Mons. Marco Frisina

O Padre creatore dell’universo,
Tu hai posto in ogni cosa
il segno del tuo infinito amore
e hai donati alle creature
l’impronta della tua bellezza.

Rendimi autentico cantore del tuo amore,
fa’ che con il mio canto sappia esprimere
un poco di quell’armonia sublime
che Tu hai posto in tutte le cose
e che muove il cielo e la terra
in quell’accordo mirabile che tutto abbraccia.

Fa’ che il mio canto sia sempre a servizio della tua lode,
che non mi vanti mai, di questo dono,
che offra il mio servizio alla Chiesa
senza alcuna vanità e superbia,
sapendo di assolvere un dovere d’amore
verso Dio e i fratelli.

Metti nel mio cuore il canto nuovo
che sgorga dal cuore del Risorto
e fa’ che, animato dal Tuo Santo Spirito,
possa lodarti e farti lodare
per la tua unica gloria,
vivendo nel servizio liturgico
l’anticipo della liturgia celeste.

Te lo chiedo
per Cristo Salvatore nostro,
causa e modello del nostro canto.

Amen

 

14 Ottobre 2014 † Francesco Vitali

I vostri figli non sono figli vostri… sono i figli e le figlie della forza stessa della Vita.
Nascono per mezzo di voi, ma non da voi.
Dimorano con voi, tuttavia non vi appartengono.
Potete dar loro il vostro amore, ma non le vostre idee.
Potete dare una casa al loro corpo, ma non alla loro anima, perchè la loro anima abita la casa dell’avvenire che voi non potete visitare nemmeno nei vostri sogni.
Potete sforzarvi di tenere il loro passo, ma non pretendere di renderli simili a voi, perchè la vita non torna indietro, né può fermarsi a ieri.
Voi siete l’arco dal quale, come frecce vive, i vostri figli sono lanciati in avanti.
L’Arciere mira al bersaglio sul sentiero dell’infinito e vi tiene tesi con tutto il suoi vigore affinché le sue frecce possano andare veloci e lontane.
Lasciatevi tendere con gioia nelle mani dell’Arciere, poiché egli ama in egual misura e le frecce che volano e l’arco che rimane saldo.

Kahlil Gibran

“Sulla neve è felpa il crocchiare di passi …”
Francesco

 

12 Ottobre 2014 † Giuseppe Burini

Caro Bepino,
hai fatto della tua passione per il canto non solo un servizio cristiano ma un incontro costruttivo di legami genuini e durevoli, che nemmeno la stanchezza della vecchiaia e la prepotenza della malattia hanno potuto scalfire.
Il Signore della Misericordia, al quale tante volte, insieme, abbiamo cantato, ti accolga nella sua Pace e “la Vergine degli Angeli ti copra del Suo manto”, consolando i cuori di chi ti saluta…

“Dio del cielo, Signore delle cime
un nostro amico, hai chiesto alla montagna.
Ma ti preghiamo, ma ti preghiamo
su nel Paradiso, su nel Paradiso
lascialo andare, per le tue montagne.

Santa Maria, Signora della neve
copri col bianco, soffice mantello
il nostro amico, nostro fratello.
Su nel Paradiso, su nel Paradiso
lascialo andare, per le tue montagne”

 

21 Novembre 2012 † Mario Cortinovis

“O felice quell’Alleluia cantato lassù! O Alleluia di sicurezza e di pace!
Là nessuno ci sarà nemico, là non perderemo mai nessun amico.
Ivi risuoneranno le lodi di Dio. Certo risuonano anche ora qui.
Qui però nell’ansia, mentre lassù nella tranquillità.
Qui cantiamo da morituri, lassù da immortali.
Qui nella speranza, lassù nella realtà.
Qui da esuli e pellegrini, lassù nella patria.”

Sant’ Agostino

Vogliamo pensarti così, Mario! Davanti al volto di Dio, ora che sei nella sua Luce, felice di cantare, come lo sei sempre stato qui, insieme a noi. La pur breve malattia ti ha fiaccato il corpo, ma non la forza d’animo e la positività con cui hai affrontato tutto il tempo che ti restava, senza sprecare un attimo. Don Flavio ti ha ben descritto innamorato della vita, dedito alla tua famiglia e così trasparente da mostrare anche il tuo lato a volte grezzo, ma così vero! Grazie per la passione e l’amicizia con cui abbiamo condiviso questi anni insieme! Speriamo che il “Kum ba ya” con cui ti abbiamo salutato, ti abbia fatto sorridere, pensando a quante risate ci siamo fatti con le storture di quel testo in inglese che ormai erano più familiari dell’originale! Guarda i prossimi impegni sul calendario, ti aspettiamo: “canta e continua a camminare”…con noi.

Ciao Mariulì.

 

3 Aprile 2011 – Chiesa dei Padri Sacramentini di Ponteranica

“Elevazione Musicale di solidarietà per il Giappone”

…” La Messa Breve n°7 di Charles Gounod ha animato la celebrazione eucaristica dello scorso 3 Aprile 2011 presso la Chiesa dei Padri Sacramentini di Ponteranica. Protagonista anche della successiva elevazioni musicale, il Coro Polifonico Jubilate, diretto dalla Prof.ssa Virna Angeloni e accompagnato all’organo dalla Prof.ssa Simonetta Agazzi. La raccolta di fondi in aiuto ai terremotati ha permesso di inviare una congrua somma alle missioni dei Padri Saveriani in Giappone “…

 

20 Gennaio 2011 † Redento Curnis

Oggi abbiamo salutato Redento, componente del coro dal 2008 con il ruolo di Tenore Secondo, grande appassionato di musica e amico sincero di tutto il gruppo.
“ Quegli acciacchi che, in particolare nell’ultimo periodo, non ti lasciavano cantare al meglio, come avresti voluto, ora non ti infastidiscono più! Per te ora è pace, ora è armonia, ora è canto eterno!

Ciao Redento.

 

8 Dicembre 2010 – Santuario Madonna Della Castagna

“Concerto Mariano del Coro Polifonico Jubilate”

…” Una felice circostanza ha segnato il Grande Anno Giubilare per i cinquecento anni della apparizione della Vergine Maria: il concerto mariano che ha coronato la solennità della Immacolata Concezione. Il Coro Polifonico Jubilate ha regalato ai presenti una preziosa serata all’insegna di canti mariani, percorrendo la vita di Maria aiutato da testi per la meditazione e brani di Mozart, Perosi, Caudana, Brukner, Verdi, Salieri. La scelta dei brani e la loro pregievole esecuzione, hanno permesso a tutti i presenti di entrare, con grandi emozioni, nel Mistero della Madre Celeste “…

 

3 Giugno 2010 – da L’Eco di Bergamo

“Concerto commemorativo nel 47° anniversario della morte di Papa Giovanni XXIII”

…” Grande successo ha avuto il concerto commemorativo per coro ed orchestra, avutosi presso il Palatenda di Sotto Il Monte Giovanni XXIII, nel quale sono stati eseguiti ed interpretati magistralmente il “Te Deum Laudamus” di Marc-Antoine Charpentier e il “Gloria in Re maggiore” per soli coro e orchestra di Antonio Vivaldi. Il sindaco Eugenio Bolognini, dopo aver presentato alla popolazione il nuovo stemma che sfoggia le insegne di “città”, ha rivolto calorose parole di ringraziamento a tutti i partecipanti. Un encomio particolare al Coro Polifonico Jubilate, coro guida della manifestazione. “…

 

22 Maggio 2010 – da L’Eco di Bergamo

“Ponteranica: Il Coro Polifonico Jubilate in festa”

…” Il Coro Polifonico Jubilate di Ponteranica ha raggiunto il decimo anno di attività. Non sono mancati festeggiamenti, culminati in un bel viaggio in terra austriaca. I coristi, insieme al loro Maestro preparatore Matteo Alimberti Pellegrini ed alla pianista accompagnatrice Virna Angeloni, hanno seguito le orme del grande compositore Mozart a Salisburgo e Vienna. E proprio qui, nella Minoritenkirche, detta anche “Chiesa degli Italiani”, il coro ha sublimato la celebrazione del sabato, con gli elogi dell’Ambasciatore Italiano, presente alla cerimonia. “…

 

26 Dicembre 2008 – da L’Eco di Bergamo

“Concerto di Santo Stefano a Ponteranica”

…” Lo si è capito dai sorrisi, dagli applausi, dalle calorose strette di mano che all’uscita della chiesa le numerose persone presenti hanno scambiato con spontaneità che il concerto di Santo Stefano era stato gradito! Nella Parrocchiale di Ponteranica il 26 Dicembre scorso si è tenuto il tradizionale concerto, importante appuntamento culturale, fatto di canto, buona musica e giovialità, voluto dall’amministrazione comunale. Protagonista il Coro Polifonico Jubilate che, accompagnato all’organo dalla Prof.ssa Virna Angeloni e diretto dal Prof. Fausto Dolci, ha saputo far emozionare il pubblico con una memorabile esecuzione, proponendo una selezione delle migliori e famose composizioni sul tema del Natale. Un plauso a tutti i protagonisti per questo riuscito evento, svolto con bravura e professionalità. “…

 

26 Novembre 2006 – da L’Eco di Bergamo

“Il Coro Jubilate in scena a Roma”

…” Il Coro Polifonico Jubilate di Ponteranica, diretto da Fausto Dolci, è reduce da un importante concerto che si è svolto a Roma in occasione del XXVIII Congresso Nazionale di Musica Sacra, in cui è stato commemorato il compositore Lorenzo Perosi nel 50° anniversario della morte. Il coro polifonico bergamasco ha fatto da “coro guida”, unendosi alle numerose scholae cantorum di tutta Italia, animando la celebrazione eucaristica presieduta dal Cardinale Tarcisio Bertone. Il Coro Jubilate, costituito nel 2000, ha l’obbiettivo di divulgare soprattutto il repertorio sacro, è iscritto all’USCI (Unione Società Corali Italiane) ed ha al suo attivo una crescente attività concertistica “…

 

18 Dicembre 2005 – da L’Eco di Bergamo

“Martinengo. 19ª Rassegna Voci di Natale”

…” La tradizionale rassegna Voci di Natale torna puntuale a Martinengo con la partecipazione di diciannove gruppi corali provenienti dall’intera provincia. Don Piero Selogni, parroco di Martinengo, ha voluto che questa manifestazione si svolgesse nelle tre domeniche antecedenti
il Natale per concludersi il 6 gennaio prossimo con un grande concerto con la partecipazione di tutti gli oltre 400 cantori “…

 

27 Marzo 2004 – da L’Eco di Bergamo

“Il Coro Polifonico Jubilate celebra il 4° anniversario di fondazione”

…” Messa di ringraziamento ed elevazione musicale, presso il Santuario della Madonna della Castagna, voluti dal Coro Polifonico Jubiltate di Ponteranica nel quarto anniversario della fondazione “…

“ Ti capiterà di ascoltare una melodia che fermerà
i tuoi passi, ti lascerà stupito e interromperai ogni pensiero,
dimenticherai per un attimo i tuoi appuntamenti, la fretta
di correre, il lavoro che stai facendo, persino le ansie che
ti porti dietro. Ti fermerai e siederai su un gradino, lasciando
scorrere il mondo davanti a te, come un documentario
senza voci, senza parole. Con la musica esci dal mondo delle
parole, accantoni la ragione, rinunci alla logica. La musica è un
modo per mettere in comunicazione le emozioni con il Mondo.
La maniera più misteriosa, la maniera più immediata per
conoscere il Mondo, ed essere vicini all’Eterno! ”

 

23 Novembre 2003 – da L’Eco di Bergamo

“Cori Bergamaschi in concerto nella Basilica di S.Pietro”

…” Da Ponteranica in trasferta a Roma per un concerto nella Basilica di S.Pietro. Il Coro Polifonico Jubilate diretto dal Prof. Fausto Dolci, ha partecipato al XXVII Congresso di Musica Sacra tenutosi il 23 Novembre scorso a Roma nella Basilica Madre della Cristianità: San Pietro. Il Coro Jubilate è intervenuto come coro guida per gli oltre ventimila cantori convenuti da tutta Italia. Il grande successo del Congresso è stato sottolineato anche dal Segretario di Stato Vaticano Cardinale Angelo Sodano che ha presieduto la celebrazione su incarico del Papa “…

 

29 Marzo 2003 – da L’Eco di Bergamo

“Al Conventino e a Ponteranica elevazioni corali”

…” Altro appuntamento con la musica sacra, concerto vocale e strumentale del Coro Polifonico Jubilate di Ponteranica, che si terrà nella locale Chiesa dei Santi Alessandro e Vincenzo, finalizzato alla raccolta fondi per la realizzazione del progetto “RuotAmica” “…

 

3 Gennaio 2003 – Chiesa Parrocchiale di Serina (BG)

“Concerto di solidarietà in aiuto degli alluvionati delle nostre valli”

…” Questa sera, presso la Chiesa Parrocchiale di Serina, grande successo del concerto benefico, promosso e patrocinato dal Coro Polifonico Jubilate, dall’emblematico titolo: “Insieme Per Continuare!”. L’evento era finalizzato alla raccolta fondi in aiuto delle popolazioni delle nostre valli, colpite dalla recente inondazione. La qualità dei canti proposti, i sensibili richiami del presentatore della serata e l’alta affluenza di pubblico, hanno permesso la raccolta di una somma ingente che è stata consegnata al Sindaco di Brembilla, uno dei paesi dell’alta valle maggiormente colpiti “…

 

22 Dicembre 2002 – da L’Eco di Bergamo

“Valpiana in Festa”

…” La sera del 22 Dicembre la gente di Valpiana ha potuto ascoltare e gustare, nella locale chiesa dedicata a S. Gottardo, l’esibizione del Coro Polifonico Jubilate. E’ stata sicuramente la strada migliore per introdurci nel clima del Natale. I canti, apprezzati da tutti per la loro magnifica esecuzione, ci hanno portato a riflettere con sempre maggiore convinzione sul mistero del Natale “…

 

28 Settembre 2001 – Teatro Istituto Suore Orsoline di Bergamo

“Concerto a tema con commissione d’ascolto”

…” Il Coro Polifonico Jubilate ha raccolto un più che lusinghiero giudizio dalla commissione di ascolto presente ad teatro dell’Istituto Suore Orsoline di Bergamo. In particolare i commissari si sono complimentati con il Maestro e l’intero gruppo per l’ampiezza del repertorio proposto, ricco di brani databili dal Rinascimento fino all’Epoca Moderna “…

 

8 Dicembre 2000 – da L’Eco di Bergamo

“L’Avvento di voci e cori Natalizi”

…” Sono molti i cori e le parrocchie che, in occasione dell’Immacolata e in vista delle festività natalizie, hanno organizzato concerti ed elevazioni musicali. L’USCI (Unione Società Corali Italiane), con il patrocinio della Provincia di Bergamo, ha organizzato per domani un concerto presso la Parrocchia di S.Omobono Terme. Pur essendo di recente formazione, la fama del Coro Polifonico Jubilate comincia a varcare i confini del paese di nascita. Ampliando continuamente il repertorio, si propone come coro guida in molteplici elevazioni e concerti “…

 

3 Giugno 2000 – Chiesa Parrocchiale di Zogno (BG)

“Giubileo Dei Cantori”

…” Il canto corale è più che mai vivo. Ne abbiamo avuto una magnifica dimostrazione questa sera alla solenne celebrazione della “Festa per S. Cecilia”. Tra gli oltre trecento coristi di quindici realtà corali bergamasche, particolare menzione per il Coro Polifonico Jubilate di Ponteranica ”…
…” Indimenticabile l’esortazione che il Celebrante Mons. Rota ha rivolto ai cantori – Cantando voi fate il mestiere degli Angeli, nell’umiltà, la vostra arte non sia il fine ma il mezzo per aiutare chi vi ascolta ad avvicinarsi sempre di più a Dio! – ”…